Miniere e cave

Miniere e cave

Dal XVII alla metà del XX secolo a Champorcher e soprattutto nella valle di Champdepraz sono state a più riprese coltivate miniere di ferro e rame. La più alta è la miniera di magnetite del Lac Gelé (2600 m di quota), sfruttata nel '600 e nel '700; il minerale estratto veniva trasportato sino al forno della Serva (1550 m, sentiero n° 5b) lungo una pista lastricata slittabile ancor oggi a tratti percorribile (sentiero 6). Il rudere di un secondo forno è presente lungo il sentiero 4 in località Pont de Perrot. A Champdepraz in località Barma de Rova è inoltre presente un'antica cava di pietre da macina (1900m, sentiero n° 6b).

Tre siti minerari di Champdepraz sono valorizzati dal progetto "Giroparchi":

- la miniera del Lac Gelé è ben visibile percorrendo il sentiero n° 6 di Champdepraz (imbocchi delle gallerie e discariche di risulta delle attività estrattive), sistemato per lunghi tratti in modo da essere percorribile da slitte per il trasporto a valle del minerale;

- l'altoforno di Servaz, allo stato di rudere, conserva ancora particolari costruttivi utili a ricostruirne le modalità di funzionamento;

- la cava di pietre da macina di Barma de Rova è situata in corrispondenza di due gallerie di saggio scavate presumibilmente nel XIX secolo entro prasiniti granatifere sulle basse pendici del Mont Avic; alcune macine solo abbozzate sono ben visibili sulla parete rocciosa.

Sempre a Champdepraz, al di fuori dell'area protetta sono agevolmente visibili i resti della miniera di rame di Hérin (itinerario n° 8): oltre ai fabbricati, agli ingressi ormai inagibili e all'ampia discarica, sono ancora presenti alcuni tralicci della teleferica che collegava il punto di estrazione (1700 m) alla laveria di Fabbrica (380 m), attualmente convertita a fabbricato commerciale.

La necessità di disporre di grandi quantità di combustibile per la fusione dei metalli ha causato un pesante depauperamento del patrimonio forestale della vallata, sottoposto nei secoli scorsi ad estesi ripetuti tagli per la produzione di carbone di legna; le aie carbonili, disseminate in tutti i boschi della Val Chalamy, sono ben visibili lungo i sentieri 3, 5c e 7a.

Miniera Herin
Pini uncinati prostrati
Miniera