Home / Per saperne di più / Conservazione e ricerca / La ricerca nel Parco

La ricerca nel Parco

L'Ente Parco promuove e realizza studi in campo ambientale utilizzando prevalentemente fondi derivanti da programmi comunitari ed attivando collaborazioni con istituti di ricerca e dipartimenti universitari.

Una corretta gestione dell’ambiente non può prescindere da un’approfondita conoscenza del territorio. Per tale ragione l’Ente Parco ha da sempre curato con particolare impegno l’organica raccolta di dati riguardanti componenti ambientali e attività umane; ha inoltre favorito lo svolgimento di ricerche scientifiche da parte di università e specialisti, che hanno portato alla pubblicazione di oltre 60 contributi su riviste italiane e straniere e su atti di convegni. L’area del Mont Avic, pressoché sconosciuta dal punto di vista scientifico sino agli anni ’80 del XX secolo, è attualmente uno dei settori meglio indagati del territorio valdostano
I risultati delle ricerche promosse dal Parco sono pubblicati in via preferenziale sulla “Revue Valdôtaine d’Histoire Naturelle” edita dalla Société de la Flore Valdôtaine e vengono stampati anche in forma di estratti (collana “Cahiers du Parc”)
Vari aspetti ambientali vengono regolarmente monitorati dal personale del Parco, spesso in collaborazione col Corpo Forestale della Valle d’Aosta, con ARPA Valle d’Aosta e con altri organismi che si occupano dello studio del territorio. I guardaparco controllano regolarmente specie animali e vegetali di particolare interesse conservazionistico, ambienti vulnerabili quali torbiere e corsi d’acqua, strutture e attività antropiche (captazioni idriche e scarichi, pascoli, frequentazione turistica). La spazializzazione dei dati, aspetto fondamentale dal punto di vista gestionale, è da alcuni anni realizzata in ambiente informatico GIS (Geographic Information System)
Numerose attività di ricerca e monitoraggio sono state finanziate da programmi comunitari quali Life Natura e Interreg. Particolarmente importanti sono stati i risultati ottenuti dai progetti “Habitalp” (sistema di classificazione degli habitat nelle aree protette alpine) e “COGEVA-VAHSA Coopération, gestion, valorisation des espaces naturels protégés – Haute Savoie et Vallée d’Aoste” (varie ricerche propedeutiche alla redazione di piani di gestione e programmi di monitoraggio ambientale)

Gli elenchi delle pubblicazioni a carattere scientifico e dei doumenti inediti riportanti risultati di studi relativi al Parco natrurale Mont Avic sono scaricabili dalla pagina "Pubblicazioni".

Fauna 5