Home / Visita il Parco / Altre attività

Altre attività

Fotografia naturalistica

La fotografia naturalistica è una attività perfettamente compatibile con la conservazione della natura; permette infatti di ottenere un ricordo duraturo e personale dell'area protetta senza prelevare o danneggiare componenti dell'ambiente.

E' indispensabile seguire norme di comportamento che evitino qualsiasi alterazione della vegetazione e disturbo alla fauna. In particolare si rammenta che le norme di comportamento vietano di avvicinare nidi e giovani non emancipati di uccelli e mammiferi.

 Il Parco promuove corsi di fotografia naturalistica tenuti da esperti.

Racchette da neve

Le escursioni con racchette da neve si svolgono in un periodo delicato per la sopravvivenza di alcune apecie animali (ungulati, lepri, galliformi). Vanno quindi seguite alcune norme di comportamento che consentono di diminuire il disturbo alla fauna e - di conseguenza - la dispersione di energie ed il rischio di predazione. E' necessario lasciare indisturbate ampie aree collegate fra loro, canalizzando su pochi itinerari gli escursionisti.

Informatevi sulle norme vigenti all'interno dell'area protetta contattando gli uffici del Parco.

Scialpinismo

L'attività scialpinistica si svolge in un periodo delicato per la sopravvivenza di alcune apecie animali (ungulati, lepri, galliformi). Vanno quindi seguite alcune norme di comportamento che consentono di diminuire il disturbo alla fauna e - di conseguenza - la dispersione di energie ed il rischio di predazione. E' necessario lasciare indisturbate ampie aree collegate fra loro, canalizzando su pochi itinerari gli sciatori.

Informatevi sulle norme vigenti all'interno dell'area protetta contattando gli uffici del Parco.

Arrampicata

Le pareti rocciose del Parco si prestano in modo eccellente all'arrampicata, anche se la lunghezza degli itinerari di avvicinamento non ne facilita l'accesso. Il vigente Regolamento non consente la realizzazione di nuove vie alpinistiche attrezzate, salvo deroghe espressamente concesse dall'Ente Parco. All'interno dell'area protetta e nei suoi immediati dintorni sono presenti alcune vie chiodate, una palestra di roccia e una ferrata.

Per ridurre al minimo il disturbo alla fauna, si raccomanda di non uscire dai sentieri segnalati e dagli itinerari di seguito descritti.

Mountain Bike

Per informazioni riguardanti associazioni che si occupano di escursionismo con Mountain bike e istruttori abilitati 

Il vigente Piano di Gestione Territoriale del Parco consente l'accesso con mountain bike in Comune di Champdepraz ai soli itinerari n° 5c "Magazzino-Servaz desot" e n° 4/5 "Perrot-Leser-Col du Lac Blanc".

Turismo equestre

Alcuni itinerari che si snodano all'interno del Parco e nei suoi dintorni si prestano al turismo equestre.

Il vigente Piano di Gestione Territoriale del Parco consente l'accesso con animali da sella in Comune di Champdepraz ai soli itinerari n° 5c "Magazzino-Servaz desot" e n° 4/5 "Perrot-Leser-Col du Lac Blanc".

Pesca sportiva

La normativa vigente consente la pesca anche all'interno del Parco, purché regolamentata.

Per tutti gli aspetti regolamentari e pratici consultare i siti Regione.vda.it e  Consorzio Regionale per la tutela, l'incremento e l'esercizio della pesca

Torrentismo

Il Canyoning, o torrentismo, è una nuova disciplina sportiva che prevede la discesa di impervi tratti di corsi d'acqua montani fra cascate, scivoli naturali e limpide pozze. Viene praticato negli immediati dintorni del Parco lungo il torrente Chalamy.

Progetto “VdA Nature Métro”

Vda Nature Métro: un'opportunità per il turismo sostenibile

La Giunta regionale a fine aprile 2010 ha approvato l'avvio del progetto “VdA Nature Métro”, un progetto cofinanziato dall'Unione europea, dallo Stato e dalla Regione, nell'ambito del Programma operativo Competitività regionale 2007/13, finalizzato a promuovere la valorizzazione e la fruizione turistica consapevole dei siti di particolare pregio naturalistico.