Home / Visita il Parco / Escursioni / Chevrère - Lac de Serva con le racchette

Chevrère - Lac de Serva con le racchette

Chevrère - Lac de Serva con le racchette

La prima parte del percorso, sino all'alpe della Serva, non crea problemi in quanto il tracciato della strada interpoderale è ben visibile anche in presenza di abbondante innevamento. Nel tratto succesivo può essere difficoltoso seguire il sentiero nel fitto boscodi pini uncinati.
L'ambiente, già attraente nel periodo estivo, diventa assai suggestivo con la neve.L'accesso stradale a Chevrère può creare problemi in caso di gelo o copiose precipitazioni: si veda l'apposita scheda sull'agibilità.

Dislivello in salita: 500 m
Tempo di salita: ore 2,30
Luogo di partenza: Veulla (1300 m)

Itinerario:
Passando a monte della chiesetta di Veulla, si imbocca a piedi la strada sterrata che percorre la piana di Chevrère e la si segue per circa 2 Km, fino alla radura del Magazzino dotata di pannello e cartelli indicatori.
La stradina prosegue a sinistra nel bosco alta sul torrente Chalamy. Poco oltre si supera il torrente del Lac Gelé e, dopo un breve tratto in discesa, si sale verso l'alpe Serva desot.
Giunti all'alpeggio (1540 m, 1h) si imbocca sulla sinistra il sentiero indicato dal cartello, che risale nel bosco.
Dopo pochi passi si attraversa il ru Chevrère, canale irriguo che inizia il suo corso un centinaio di metri sulla sinistra sul torrente Chalamy. Da questo punto bisogna fare attenzione a non perdere il tracciato del sentiero estivo.
Si riprende il sentiero che sale ora ripido, passa alla base di una parete rocciosa e poco più in alto (1700 m) taglia verso sinistra dove rispiana nuovamente.
Si attraversa ancora la foresta di pino uncinato in direzione Sud-Ovest prima di affacciarsi alla conca del Lac de Serva.

Per ridurre al minimo il disturbo alla fauna si raccomanda di non uscire dai sentieri segnalati e tenere i cani al guinzaglio.