Home / Visita il Parco / Escursioni / "Giroparchi" itinerario arancio

"Giroparchi" itinerario arancio

"Giroparchi" itinerario arancio

E’ un itinerario circolare centrato sulla montagna emblema del Parco, con partenza da Chevrère di Champdepraz.

Tour du Mont-Avic
Superata la foresta di pino silvestre a monte di Veulla, si raggiunge l’agriturismo di Pra Oursie, presso il quale è stato allestito un punto panoramico attrezzato. Il sentiero prosegue sino a Fie attraverso un bosco misto di conifere e sale quindi al Col Varotta fra ampie pietraie e lembi di brughiera e prateria alpina. La discesa sino all’alpeggio di Ponton (Chambave) consente di ammirare l’aspro versante nord del Mont Avic. Si risale poi un ripido canalone (sentiero EE per escursionisti esperti) sino al Colle di Bellalana e si prosegue attraversando in sequenza i valloncelli della piccola e grande Bellalana (Fénis). Il sentiero risale quindi fino al Colle di Raye Chevrère raggiungendo nuovamente i confini del Parco. Da qui si scende al Lac Gelé, dove è visibile l’omonimo sito minerario (miniere di ferro). Al Lac Gelé si possono scegliere due opzioni. La prima discende il ripido vallone in direzione est sino al limite superiore del bosco, dove si imbocca sulla sinistra un sentiero di rientro per Pra Oursie che consente di visitare il sito minerario di Barma de Rova (saggi di miniera e cava di pietre da macina). La seconda opzione costeggia il Lac Gelé, risale sino alla cresta spartiacque fra Champdepraz e Fénis, per scendere poi al Gran Lac. Da qui riprende il percorso dell’itinerario rosso sino a Chevrère, passando dal rifugio Barbustel e dall’alpe Servaz.
Per saperne di più

Arancio 2

Progetto Giroparchi

Giroparchi

Giornale del Parco n. 12 e n. 13